AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SeOLProgetto SISC
Si informa che l’acconto relativo alle imposte  IMU  e/o TASI,  va pagato entro il 16 giugno 2016,  con le stesse aliquote dell'anno 2015, approvate dal Consiglio Comunale con delibera n.  63 dell'8/9/2014 (TASI) e delibera n.76 del 25/09/2014 (IMU).

Il Salvo invece deve essere versato entro il 16 dicembre 2016



                                   TASI

 Dal 1 gennaio 2016, la L. 208/2015 ha operato l’esclusione dalla TASI di:
- alloggi , pertinenze in quanto considerati abitazioni principali:
- alloggi e pertinenze delle Coop. Edilizie a proprietà indivisa adibiti ad abitazione principale dei soci   assegnatari;
- unico immobile e pertinenze, posseduto e non concesso in locazione dal personale in servizio permanente   appartenente alle Forze armate, Forze di polizia, Vigili del fuoco e personale appartenente alla carriera   prefettizia:
-  alloggio e pertinenze, non concesso in locazione, posseduto da anziani o disabili residenti in istituti di     ricovero o sanitari;
-  alloggio adibito a casa coniugale e pertinenze, assegnato al coniuge a seguito di separazione legale,  annullamento,scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio ;
-  alloggi sociali e pertinenze, come definiti dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture del 22/4/2008;
-  immobili posseduti da cittadini pensionati, nei paesi di residenza, italiani, residenti all'estero (iscritti   all'AIRE), a condizione che non siano locati o dati in comodato d'uso.
  L’ imposta TASI è dovuta, aliquota 1 per mille , sui fabbricati rurali ad uso strumentale. 
 
                                  IMU

Chi deve pagare
Chi possiede :
1)   abitazione principale di tipo signorile ( cat. A1 ), ville ( cat. A8 ), palazzi storici e castelli ( cat. A9 ) e relative pertinenze ( cat. C2, C6, C7 );
2)   altri fabbricati ( diversi dall'abitazione principale );
3)   aree fabbricabili;
4) terreni agricoli;
5) fabbricati rurali non adibiti ad uso strumentale;
 
 
ABITAZIONE PRINCIPALE (SOLO CAT. A1, A8, A9) E PERTINENZE  6 per mille, 200 euro di detrazione      base
ALTRI FABBRICATI RURALI NON ADIBITI AD USO STRUMENTALE  2,00 per mille
AREE FABBRICABILI E TERRENI AGRICOLI 10,60 per mille
ALTRI FABBRICATI 10,60 per mille
FABBRICATI CAT.  D1, D3, D6, D7, D2, D5, D8, D4, D9 Quota Stato 7.60 per mille
Quota Comune 3 per mille

Così come per gli anni passati, per facilitare il pagamento è stata predisposta una brochure eplicativa ed approntato un applicativo software per il calcolo della somma da pagare e la complilazione e stampa del relativo modello f24.